La polveriera chiamata Europa! Stragi, stragisti, ISIS, estremisti, fondamentalisti e psicopatici perversi.

Siamo di fronte ad una crisi sociale senza precedenti che potrebbe sfociare da un momento all’altro di un disastro e in una tragedia epocale! In Europa, Africa e Medio-oriente vi è un serbatoio infinito di soldati senza divisa pronto all’azione, con un potenziale distruttivo cieco al quale l’ideologia e il fondamentalismo dà una traiettoria. A questo punto il profilo individuale dell’attentatore ha poca rilevanza perché riassorbito in un progetto terroristico superiore, ad ampio raggio, capace di attrarre schiere di giovani psicolabili e perversi facilmente radicalizzabili.

Questo è il quadro della situazione esplosiva europea quando si parla di terrorismo e del cosiddetto Stato islamico. Personalmente condivido in toto quando l’antropologo francese Marc Augé ha recentemente espresso sui media a questo proposito riprendendo una sua definizione e una categoria esistenziale degli anni Novanta; la categoria di “Non Luogo” come tassello fondamentale di questa submodernità sovraccarica di comunicazione ma vuota di relazione. Luoghi di transito senza storia, periferie suburbane degradate, mancanza di umanità e di valori.

In questo marasma sociale i politici europei si sperticano allora tutti in sterili esercizi retorici in cui si parla di tentativi (che reputo ingenui) e di progetti di deradicalizzazione!  Sicuramente un aspetto di peso ma che, evidentemente, non coglie il fenomeno nella sua essenzialità e natura. Il fondamentalismo attecchisce infatti là dove non vi è un progetto di vita complessivo, una idea forte di umanità, valori, famiglia, rapporti interpersonali forti su base non strumentale, leggi, regole e autorevolezza politico-amministrativa … Perché in assenza di tutto ciò ha buon gioco allora la strumentalizzazione di questi individui che con modalità perverse sono oramai asserviti alla violenza autodistruttiva e – soprattutto – quella eterodistruttiva di stampo stragista!

Evidentemente la combinazione fra religione e un sistema ideologico che svilisce l’uomo riducendolo a mero strumento rappresenta in questo caso il detonatore. In questo caso la divinità oscura allora l’Uomo e l’Umanità portando alle stragi delle quali i fondamentalisti ci hanno abituato e che funestano in un crescendo angosciante l’Europa.

Evidentemente non usciremo da questo incubo di distruzione e morte se non si restituirà sacralità all’individuo. Nel nome di una laicità occidentale che non permetta pertanto questo tragico connubio fra divinità e sistema ideologico (politica) che i fondamentalisti (ma non solo loro) vorrebbero radicare in Europa! In questo senso non è possibile allora immaginare idee di integrazione che non siano quelle che contemplino la completa accettazione e condivisione del modello di convivenza sociale, politica, e religiosa su cui si fonda la civiltà occidentale! E non certo il contrario. Teniamo pertanto alta la guardia e, soprattutto, rileggiamo attentamente le acute osservazioni che a suo tempo ci aveva trasmesso Oriana Fallaci, ingiustamente attaccata e vilipesa in tempi non sospetti e ora finalmente sempre più rivalutata.

Dr. med. Orlando Del Don, medico, psicoanalista, psichiatra

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli del blog

Seguimi sui Social

Orlando Del Don

Orlando Del Don

Medico, Psicoanalista, Politico

Classe 1956, Medico, psicoterapeuta, docente, scrittore, editore. Questo blog è il mio mezzo per parlare online di società, sanita, cultura, informazione, territorio e altro ancora.

Ultimi Post

Conferenza Stampa Flamingo Edizioni 2018

Siamo lieti di annunciare la terza Conferenza Stampa della Flamingo Edizioni in occasione della quale presenteremo le nostre novità...

Comunicato stampa – Dimissioni Orlando Del Don da Presidente della sezione del Bellinzonese

La Direttiva dell’UDC ha preso atto delle dimissioni di Orlando Del Don presidente della sezione UDC del Bellinzonese e lo ringrazia per l’ottimo...

Dimissioni da Presidente della Sezione Bellinzonese dell’UDC

A: Piero Marchesi, Presidente UDC Ticino Stimato Presidente, Caro Piero con la presente ti inoltro ufficialmente le mie dimissioni da presidente...

Politica addio? Ragioni necessarie e sufficienti

La politica è sempre più tediosa e ininteressante, distante dalle priorità della gente. Questo è un dato di fatto. Le persone infatti sono sempre...

Le false verità

Si parla tanto, oggi, di "fake news", di false notizie, ma bisognerebbe temere molto di piu' le FALSE VERITA', LE "FAKE TRUTH". Cioe' il modo in cui...

Archivi

Categorie

Pin It on Pinterest

Share This