Il Ticino e EXPO 2015: un assegno in bianco di 3,5 milioni!

Il costo che il Ticino dovrà accollarsi – grazie alla generosità dei contribuenti! – per questo esercizio di vanità e opportunismo casereccio ammonta a 3,5 milioni di franchi! Basta dare anche solo una rapida occhiata al programma strampalato e claudicante preparato per l’occasione per rendersi conti che gli ideatori dei vari spunti “creativi” che dovrebbero promuovere il nostro Cantone sono il risultato di un esercizio sterile, dovuto, fiacco e svogliato, a tutto vantaggio di interessi particolaristici e non certo della comunità! Se poi diamo un’occhiata a quanto sta succedendo in Italia e, in particolare, al Cantiere EXPO 2015 di Milano, beh, lo scenario si incupisce in maniera inquietante (precarietà dei lavori, ritardi, ingerenze tangentizie, ecc): proprio una bella carta da visita!
Senza contare che questo sterile esercizio non porta proprio nessunissimo vantaggio al Ticino, contrariamente a quanto temerariamente quanto candidamente affermato ieri sera – nel corso del dibattito a “Piazza del Corriere”, Teleticino – dal relatore di maggioranza (della Commissione gestione e finanze del Gran Consiglio) Walter Gianora. Infatti neanche la base logistica svizzera avrà sede in Ticino, come aveva fatto credere in un primo tempo il Consiglio Federale.
Ma non voglio ora, qui, ancora una volta “sparare sulla Croce Rossa”.
Voglio ancora unicamente riportare alcune riflessioni più generali che la dicono lunga sull’inattualità di queste manifestazioni. A questo proposito colgo l’occasione per riprendere alcuni interessantissimi spunti inviatimi da Orio Galli, personaggio noto e apprezzato per le sue competenze e la sua autorevolezza e che non ha certo bisogno di presentazioni.
La nascita delle Esposizioni cosiddette Universali risale a più di centocinquanta anni orsono. La prima ebbe luogo a Londra nel 1851. Famosa quella di Parigi del 1889 della quale è rimasta la Tour Eiffel. A Milano se ne svolse una già nel 1906.
Altri tempi, altre esigenze, altro genere di comunicazioni e di trasporti. Allora queste grandi esposizioni servivano soprattutto per far conoscere nuove scoperte, nuove invenzioni, nuove tecnologie e nuovi prodotti al mondo intero.
Oggi, nel tempo della globalizzazione e di internet, nonché di un pianeta che soffre di ogni genere di inquinamento, questo tipo di “eventi” non ha quasi più alcun senso se non quello di soddisfare le ambizioni di qualche star dell’architettura, di celebrare qualche politico in perdita di credibilità e di consensi … e di riempire la pancia mai sazia di qualche imprenditore d’assalto (in Italia, poi, spesso con il supporto di qualche intraprendente esponente della criminalità organizzata).
Così che la Città di Milano, qualche anno or sono, con una Moratti – Letizia (!) – si era candidata per appaltare l’ultima di queste manifestazioni in calendario. E quando da Parigi è arrivata a Milano la grande notizia non ci si è risparmiati nello stappare bottiglie di Champagne. Poi … si sa come è finita … ed è iniziata la via crucis! Dopo un primo interessante progetto … si è andati in stallo!
La Svizzera è comunque stata la prima nazione del mondo ad annunciarsi e a firmare il contratto. Ma, si sa, noi svizzeri vogliamo sempre essere i primi della classe, magari anche nel farci del male e … nel farci “fregare”.
Il nostro Cantone aderì subito creando una commissione ad hoc e mettendo a disposizione 3,5 milioni di franchi dei contribuenti … che però il Gran Consiglio non aveva – e non ha ancora – votato e concesso! Ma guarda un po’!
Intanto andava però circolando la voce che a Milano, a partire dal maggio 2015, si sarebbe andati con la ferrovia Stabio-Arcisate! Sappiamo come le cose sono andate! E qualcun’altro aveva rilanciato – pure! – l’idea dell’idrovia con partenza da Locarno! Altri – infine – hanno proposto (uno dei progetti per rilanciare il Ticino in occasione di EXPO 2015) più modestamente e realisticamente un programmino per raggiungere l’agognata meta … in bicicletta!
Le news di questi ultimi giorni ci deliziano riferendoci dell’arresto del direttore generale delle Intrastrutture Lombarde – unitamente ad alcuni suoi compari – a quanto pare per cospicue tangenti finite nelle loro tasche … anche in relazione al cantiere ESPO 2015! E come se non bastasse la notizia bomba di ieri, riportata su tutti i quotidiani della Repubblica, che ci aggiorna su un altro fattarello di non poco conto: e cioè che il CdA dell’autostrata in costruzione a Nord di Milano sospende i cantieri (per mancanza di fondi) … e che in questa faccenda ad andarci di mezzo saranno anche i collegamenti per EXPO, vittima sacrificale di questo “Pasticciaccio brutto” e infinito!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli del blog

Seguimi sui Social

Orlando Del Don

Orlando Del Don

Medico, Psicoanalista, Politico

Classe 1956, Medico, psicoterapeuta, docente, scrittore, editore. Questo blog è il mio mezzo per parlare online di società, sanita, cultura, informazione, territorio e altro ancora.

Ultimi Post

Conferenza Stampa Flamingo Edizioni 2018

Siamo lieti di annunciare la terza Conferenza Stampa della Flamingo Edizioni in occasione della quale presenteremo le nostre novità...

Comunicato stampa – Dimissioni Orlando Del Don da Presidente della sezione del Bellinzonese

La Direttiva dell’UDC ha preso atto delle dimissioni di Orlando Del Don presidente della sezione UDC del Bellinzonese e lo ringrazia per l’ottimo...

Dimissioni da Presidente della Sezione Bellinzonese dell’UDC

A: Piero Marchesi, Presidente UDC Ticino Stimato Presidente, Caro Piero con la presente ti inoltro ufficialmente le mie dimissioni da presidente...

Politica addio? Ragioni necessarie e sufficienti

La politica è sempre più tediosa e ininteressante, distante dalle priorità della gente. Questo è un dato di fatto. Le persone infatti sono sempre...

Le false verità

Si parla tanto, oggi, di "fake news", di false notizie, ma bisognerebbe temere molto di piu' le FALSE VERITA', LE "FAKE TRUTH". Cioe' il modo in cui...

Archivi

Categorie

Pin It on Pinterest

Share This