L’intervista di Ticinonews a P. Rusconi e la replica/rettifica di O. Del Don

Il mio commento all’articolo odierno apparso su Ticinonews a firma Christian Fini

Di seguito riporto quanto pubblicato oggi da Ticinonews e la mia replica/rettifica già apparsa su Facebook

“Il partito ha fatto di tutto per Del Don”
C’è maretta in casa UDC. Per l’ex capogruppo il partito è allo sbando. Mentre Rusconi risponde:”L’UDC ha fatto di tutto per lui”

“Caro Presidente, non ci siamo proprio! Quali altre “innovazioni” e ritiri nelle retrovie dovremo ancora aspettarci dopo questa ennesima dimostrazione dello sbando e dello smarrimento in cui si trova oramai l’UDC cantonale?”. Inizia così il post al vetriolo dell’ex-deputato UDC Orlando Del Don.

L’ex-capogruppo – non rieletto in Gran Consiglio – dalla sua pagina Facebook negli ultimi giorni non le ha mandate di certo a dire alla presidenza del partito. Nel mirino dell’ex-deputato la gestione del partito cantonale, e la nomina-staffetta dei nuovi capigruppo Gabriele Pinoja e Sergio Morisoli.

Pronta la reazione del consigliere Nazionale Pierre Rusconi che da noi contattato si toglie più di qualche sassolino dalla scarpa. “Capisco che Del Don è scontento perchè non è stato rieletto. Ma il partito ha fatto di tutto per lui” afferma Rusconi, che aggiunge “Del Don ha avuto una grande visibilità. È stato messo in lista sia per il Consiglio di Stato che per il Gran Consiglio. Inoltre ha avuto una presenza mediatica superiore alla mia sia in radio che in televisione” continua l’esponente UDC.

“Oramai sono mancati i voti di scheda, soprattutto nel Bellinzonese, dove risiede Orlando Del Don” tira dritto Rusconi che conclude “se la gente non vota il partito bisogna prenderne atto”.

E questa, riportata sotto, la mia risposta:

Pierre Rusconi non ha capito i “fondamentali”, ecco il problema!
Non si tratta infatti qui della mia mancata rielezione in Gran Consiglio (fallita malgrado l’importante incremento – rispetto a quattro anni orsono – di chi mi ha sostenuto e votato) ma dello stato del partito: l’UDC ticinese! La mia preoccupazione ora (dopo il naturale sconforto dei primi giorni post elezioni) è lo stato e il destino del nostro partito, l’Unione Democratica di Centro Sezione Ticino. La perdita di identità dello stesso, la perdita di due nostri Gran Consiglieri su cinque (!) e ora anche la questione del Capogruppo; questioni queste sulle quali non voglio qui ritornare essendo palese e inequivocabile la lettura che ognuno può farne! Per non parlare poi del fatto che la base del partito è ora sconcertata e irritata per l’esito del voto che ritengono una vera e propria disfatta. Non sono infatti io il solo a ritenerla tale, bensì un quota importante/importantissima di democentristi. Io mi faccio semplicemente portavoce di questo stato di cose! È forse una colpa dire le cose come stanno? Certo che se Rusconi vuole girare la frittata e nascondere il problema del partito sotto le false spoglie della mia non rielezione, beh, il minimo che si possa dire è che o egli è in cattiva fede o allora non ha proprio capito i “fondamentali” che il partito ora dovrà necessariamente affrontare con tutto l’impegno, l’onestà, la serietà e il senso di responsabilità di cui è capace! Non voglio qui polemizzare, ma dopo questo attacco alla mia persona da parte di Rusconi mi sento di dovergli ancora la seguente pacatissima nota a margine:
“Caro Pierre, quando ancora rivestivo i panni di Deputato, Capogruppo, Candidato al CdS e al GC e membro della Direttiva del partito, il mio parere e i miei suggerimenti accorati non sono mai stati in nessun modo ascoltati, considerati, presi in considerazione, e mi sono trovato solo (con pochissimi colleghi di partito al mio fianco) a cercare di avviare un dialogo costruttivo e propositivo per la crescita e il bene dell’UDC cantonale! Ora che non sono politicamente più nessuno e che “conto meno di niente” ecco però che improvvisamente i miei pensieri e le mie amene considerazioni personali (peraltro “generiche”, oggettive ed espressione della mia sentita e sofferta preoccupazione per il mio partito) sono diventate importantissime al punto da risvegliare il tuo interesse e da diventare bersaglio – io – dei tuoi strali avvelenati! Non oso immaginare come avresti reagito se avessi detto qualcosa di veramente “pesante” o mi fossi dilungato in dichiarazioni e interviste che in queste settimane mi sono state richieste quasi giornalmente (La qual cosa ho evitato di fare per non alimentare polemiche e/o strumentalizzazioni, situazione questa non simmetrica, perlomeno per quanto riguarda il tuo intervento in oggetto). Comunque – e con questo termino – se ti sta a cuore il partito, occupati di quest’ultimo, non buttarla su personalismi inesistenti … e dimenticati di me, Un caro saluto. Orlando”.

1 commento

  1. Pietro Righetti

    Egregio Dottore, mi dispiace vedere travisate le sue parole, ma d’altronde i “tempi moderni” rendono difficile distinguere i personalismi dalle intenzioni di far parte effettiva di un gruppo. Mah!?

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli del blog

Seguimi sui Social

Orlando Del Don

Orlando Del Don

Medico, Psicoanalista, Politico

Classe 1956, Medico, psicoterapeuta, docente, scrittore, editore. Questo blog è il mio mezzo per parlare online di società, sanita, cultura, informazione, territorio e altro ancora.

Ultimi Post

Conferenza Stampa Flamingo Edizioni 2018

Siamo lieti di annunciare la terza Conferenza Stampa della Flamingo Edizioni in occasione della quale presenteremo le nostre novità...

Comunicato stampa – Dimissioni Orlando Del Don da Presidente della sezione del Bellinzonese

La Direttiva dell’UDC ha preso atto delle dimissioni di Orlando Del Don presidente della sezione UDC del Bellinzonese e lo ringrazia per l’ottimo...

Dimissioni da Presidente della Sezione Bellinzonese dell’UDC

A: Piero Marchesi, Presidente UDC Ticino Stimato Presidente, Caro Piero con la presente ti inoltro ufficialmente le mie dimissioni da presidente...

Politica addio? Ragioni necessarie e sufficienti

La politica è sempre più tediosa e ininteressante, distante dalle priorità della gente. Questo è un dato di fatto. Le persone infatti sono sempre...

Le false verità

Si parla tanto, oggi, di "fake news", di false notizie, ma bisognerebbe temere molto di piu' le FALSE VERITA', LE "FAKE TRUTH". Cioe' il modo in cui...

Archivi

Categorie

Pin It on Pinterest

Share This