Quell’eterna pretesa del monopolio morale!

Vorrei ritornare ancora brevemente sulla questione dei bambini equadoregni che la sinistra sta attualmente cavalcando con quella che si potrebbe chiamare “La carica dei 500”.

Non mi si fraintenda … questa volta; non è assolutamente mia intenzione essere irrispettoso o provocatorio nei confronti dei promotori di questa iniziativa o degli stessi firmatari, tutte persone eccellenti.

Le firma raccolte in favore di bambini equadoregni unitamente alla bella letterina preparata da alcuni esponenti della sinistra alla loro attenzione non mi ha infatti lasciato indifferente.

In primo luogo perché è bello e giusto quanto viene detto e ricordato nella stessa … facendo naturalmente astrazione dalle tante altre cause altrettanto belle e giuste nonché altrettanto importanti e coinvolgenti e, soprattutto, facendo anche astrazione del contesto e della fattispecie dal quale tutto ciò era partito.

Lungi da me quindi dal voler mettere ancora il dito nella piaga di come questa triste vicenda è stata piegata alle necessità e ai desideri di alcuni … ma – e c’è sempre una ma, evidentemente – vorrei però ora qui ricordare come questo modo di ergersi sempre a campioni e maestri di moralità non sia foriera di nulla di buono, e come al contempo questo “vezzo” o vizio abbia avuto un passato non proprio immacolato e in virtù del quale potersi magari ancora gonfiare troppo il petto!

Lo farò con due note che spero verranno valutate come la volontà di andare finalmente oltre le barriere ideologiche e le umane debolezze nei confronti delle quali vi è tutta l’indulgenza e la comprensione del caso ma non certo opportunistiche condivisioni e/o tantomeno ipocrite genuflessioni.

La prima fa riferimento alla psicologia nonché al fattto che questa supponenza di certa sinistra che si erge a garante, campione e maestra di moralità, ebbene ciò non facilita di certo il dialogo fra le parti e la ricerca di soluzioni condivise; soluzioni fattive e, nel caso specifico, soluzioni che siano effettivamente a beneficio dei diretti interessati, i bambini equadoregni stessi per l’appunto … e non di interessi e calcoli men che nobili che non ritengo utile qui ora rievocare.

La seconda è di ordine culturale. Qualcuno forse ricorderà di aver letto da qualche parte lo storico ammonimento dell’allora Leader del Partito socialista italiano Pietro Nenni nei confronti dei giovani militanti:

“A fare a gara a fare i puri troverai sempre uno più puro che ti epura”.

In effeti c’è sempre a sinistra, da qualche parte, uno più puro che ti epura .. prima o poi! Gli esempi sono tantissimi. Ma voglio qui ricordarne solo uno. Con ciò la memoria corre allora a certe oramai classiche e inquietanti degenerazioni legate alla Rivoluzione francese, e ai modi di operare dei giacobini che sfociarono nel Terrore e nella mistica della ghigliottina tanto cara al quel Robespierre che veniva infatti glorificato come l’ “Incorruttibile”… ma che dopo averne mozzate tante, di teste, dovette infine lasciarci anche lui, la sua, nel cesto!

Quindi, e qui concludo, non sarebbe male che certi leader della sinistra imparassero qualcosa dalla storia e lasciassero vecchie e oramai obsolete modalità di affermazione e rivendicazione agli storici, per incominciare veramente a fare politica per il bene di tutti … anche dei deboli ed indifesi, degli esclusi, dei diversi e degli Altri. Ma non solo!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli del blog

Seguimi sui Social

Orlando Del Don

Orlando Del Don

Medico, Psicoanalista, Politico

Classe 1956, Medico, psicoterapeuta, docente, scrittore, editore. Questo blog è il mio mezzo per parlare online di società, sanita, cultura, informazione, territorio e altro ancora.

Ultimi Post

Conferenza Stampa Flamingo Edizioni 2018

Siamo lieti di annunciare la terza Conferenza Stampa della Flamingo Edizioni in occasione della quale presenteremo le nostre novità...

Comunicato stampa – Dimissioni Orlando Del Don da Presidente della sezione del Bellinzonese

La Direttiva dell’UDC ha preso atto delle dimissioni di Orlando Del Don presidente della sezione UDC del Bellinzonese e lo ringrazia per l’ottimo...

Dimissioni da Presidente della Sezione Bellinzonese dell’UDC

A: Piero Marchesi, Presidente UDC Ticino Stimato Presidente, Caro Piero con la presente ti inoltro ufficialmente le mie dimissioni da presidente...

Politica addio? Ragioni necessarie e sufficienti

La politica è sempre più tediosa e ininteressante, distante dalle priorità della gente. Questo è un dato di fatto. Le persone infatti sono sempre...

Le false verità

Si parla tanto, oggi, di "fake news", di false notizie, ma bisognerebbe temere molto di piu' le FALSE VERITA', LE "FAKE TRUTH". Cioe' il modo in cui...

Archivi

Categorie

Pin It on Pinterest

Share This