Politica ticinese sempre più confusa e latitante

L’estate imperversa e la politica e i politici dormono … ma non tutti! Alcuni imperversano pure loro, complice i deliri e i fantasmi meridiani. Non voglio tediare nessuno quindi ora con tempi “pesanti” ,,, ma non voglio neppure associarmi alle fanfaluche collettive. Se me lo permettete solleverò solo un coperchio bollente e lo richiudero altrettanto rapidamente; quello del buco miliardario nei forzieri dello Stato e di come evitare il disastro e la bancarotta. Due sono le strade da prendere subito e contemporaneamente.

La prima quella che spetta ai tecnici – contabili, economisti e pianificatori/funzionari della spesa pubblica – con i dovuti contenimenti e risparmi, con i tagli agli sprechi, con l’amnistia fiscale, le misure di rilancio dell’economia, gli strumenti per non far scappare dal Ticino i buoni contribuenti, ecc.

L’altra è quella più propriamente politica, e cioè quella di rivedere completamente e radicalmente i compiti dello Stato; Stato che negli anni si è (consapevolmente e volontariamente) sovradimensionato rispetto alle esigenze del nostro piccolo Stato. Questo richiede coraggio e chiarezza di intenti, ma anche la volontà di concentrare le attività dello Stato solo laddove questo è non solo utile ma, pure, necessario e sufficiente, in assenza dell’intervento dei privati. Nonché quello di lasciare all’iniziativa privata tutto quello che puo’ essere lasciato a questa (e vi assicuro non è poco). Unitamente a ciò consiglierei di avviare subito – e non è una provocazione – una serie di misure atte a semplificare e rendere trasparente tutta l’attività dello Stato. Una semplificazione senza la quale tra breve arriveremo alla paralisi del caos, e ad uno stato poliziesco e talmente “fiscale” da disincentivare ogni qualsiasi attività produttiva lecita e onesta in queste nostre (un tempo) promettenti contrade.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli del blog

Seguimi sui Social

Orlando Del Don

Orlando Del Don

Medico, Psicoanalista, Politico

Classe 1956, Medico, psicoterapeuta, docente, scrittore, editore. Questo blog è il mio mezzo per parlare online di società, sanita, cultura, informazione, territorio e altro ancora.

Ultimi Post

Conferenza Stampa Flamingo Edizioni 2018

Siamo lieti di annunciare la terza Conferenza Stampa della Flamingo Edizioni in occasione della quale presenteremo le nostre novità...

Comunicato stampa – Dimissioni Orlando Del Don da Presidente della sezione del Bellinzonese

La Direttiva dell’UDC ha preso atto delle dimissioni di Orlando Del Don presidente della sezione UDC del Bellinzonese e lo ringrazia per l’ottimo...

Dimissioni da Presidente della Sezione Bellinzonese dell’UDC

A: Piero Marchesi, Presidente UDC Ticino Stimato Presidente, Caro Piero con la presente ti inoltro ufficialmente le mie dimissioni da presidente...

Politica addio? Ragioni necessarie e sufficienti

La politica è sempre più tediosa e ininteressante, distante dalle priorità della gente. Questo è un dato di fatto. Le persone infatti sono sempre...

Le false verità

Si parla tanto, oggi, di "fake news", di false notizie, ma bisognerebbe temere molto di piu' le FALSE VERITA', LE "FAKE TRUTH". Cioe' il modo in cui...

Archivi

Categorie

Pin It on Pinterest

Share This