L’ UDC ticinese e l’ago della bilancia in queste velenose elezioni politiche

A pochi giorni dalla data fatidica del 19 aprile di queste elezioni cantonali ecco che questa fiacchissima campagna elettorale  improvvisamente si rianima. Non però su tematiche o su problemi di peso che hanno messo in ginocchio il Cantone e i ticinesi – figurarsi questo no, mai! – quanto invece su pseudo-problemi o meglio su questioni legate a interessi personali e partitici che poco o nulla hanno a che fare con gli interessi e i bisogni urgenti di questo nostro Ticino.

Faccio evidentemente riferimento alla polemica insorta a seguito di un’intervista rilasciata ieri da Toni Brunner e che oramai sta girando come un virus sui vari media tradizionali ed elettronici e che ha dato la stura a tutta una serie di considerazioni e sentenze (da parti di “tutti e nessuno”) sui social media che – e mi scuso se qualcuno si offenderà – sono fonte non solo di perplessità e imbarazzo ma, direi anche, di una sensazione di vergogna per come vengono trattate questioni serie e importanti che toccano il nostro destino e il futuro del nostro paese! Espressioni queste di superficialità e opportunismo che sono la croce di questo paese e la delizia dei molti media che lo abitano!

Ma veniamo al centro della questione che ha scatenato tutto questo bailamme di speculazioni, ipotesi, dietrologie, strumentalizzazioni, attacchi e insinuazioni.

Tutti hanno le loro ragioni, i loro punti di vista e i loro interessi ma, ATTENZIONE, queste elezioni CANTONALI (non federali!) si devono affrontare e risolvere con i nostri mezzi e le nostre forze. Cioè, con le persone (i politici e i partiti) che in questi anni hanno fatto il bene o il male del Ticino.
Se vogliamo cambiare le sorti del Cantone, infatti, come possiamo allora giustificare fantasiose alleanze con il partito di maggioranza relativa che è responsabile della situazione disastrata in cui versa il Ticino?
L’UDC cantonale avrebbe forse dovuto guardare altrove?
Avrebbe forse dovuto fingere di nulla e seguire le sirene federali?
Avrebbe dovuto lasciare il nostro Cantone al suo infelice destino e non lottare con le forze in campo per cercare soluzioni che siano alla portata del Ticino e dei ticinesi? L’UDC ticinese avrebbe dovuto quindi rinunciare agli interessi attuali e urgenti del Ticino alfine di curare quelli delle future alleanze per le federali?
Ma, Signori, siamo seri!!! Non diciamo emerite scemenze, che offendono l’intelligenza di tutti i ticinesi, e non solo di quella dei nostri amici UDC e della Direttiva del partito.
E, per favore, Caro Brunner – persona capace, carismatica e, solitamente, anche brillante – evitaci in futuro queste intempestive ingerenze nella politica cantonale e, semmai, rifletti un momento prima di aprire bocca … e dico questo al presidentissimo con tutto il rispetto e l’ammirazione nei suoi confronti che da sempre mi anima.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli del blog

Seguimi sui Social

Orlando Del Don

Orlando Del Don

Medico, Psicoanalista, Politico

Classe 1956, Medico, psicoterapeuta, docente, scrittore, editore. Questo blog è il mio mezzo per parlare online di società, sanita, cultura, informazione, territorio e altro ancora.

Ultimi Post

Conferenza Stampa Flamingo Edizioni 2018

Siamo lieti di annunciare la terza Conferenza Stampa della Flamingo Edizioni in occasione della quale presenteremo le nostre novità...

Comunicato stampa – Dimissioni Orlando Del Don da Presidente della sezione del Bellinzonese

La Direttiva dell’UDC ha preso atto delle dimissioni di Orlando Del Don presidente della sezione UDC del Bellinzonese e lo ringrazia per l’ottimo...

Dimissioni da Presidente della Sezione Bellinzonese dell’UDC

A: Piero Marchesi, Presidente UDC Ticino Stimato Presidente, Caro Piero con la presente ti inoltro ufficialmente le mie dimissioni da presidente...

Politica addio? Ragioni necessarie e sufficienti

La politica è sempre più tediosa e ininteressante, distante dalle priorità della gente. Questo è un dato di fatto. Le persone infatti sono sempre...

Le false verità

Si parla tanto, oggi, di "fake news", di false notizie, ma bisognerebbe temere molto di piu' le FALSE VERITA', LE "FAKE TRUTH". Cioe' il modo in cui...

Archivi

Categorie

Pin It on Pinterest

Share This