Il dopo Bomio

Il caso Bomio è ora chiuso? Concluso con il suo processo e la sua condanna?
Evidentemente no. Sono almeno cinque le riflessioni e gli approfondì che la società e la politica dovrà ora affrontare senza tentennamenti.
Il primo riguarda la credibilità delle istituzioni.
Questa non avrà soluzione finché vi saranno protagonisti equivoci come quelli che hanno avuto un ruolo di primo piano nel corso del processo in questione. Per non far nomi intendo avvocati (gia’ attivi in magistratura) che hanno la temerarietà e l’ardire di rivestire ruoli che sono incompatibili con il loro mandato e periti di parte (anche questi gia’ collaboratori della nostra magistratura) che, anche questi, hanno la temerarietà e l’ardire di sostenere tesi inqualificabili e che squalificano la psichiatria la scienza forense ticinese.
Il secondo riguarda il problema inquietante delle violenze sui minori. Violenze sessuali, fisiche e psicologiche, tutte in continua e preoccupante crescita, anche alle nostre latitudini. Dobbiamo anche qui avere il coraggio di affrontare alla radice il problema. Per far ciò propongo di organizzare a breve un congresso Cantonale – con la partecipazione di tutti i partner pubblici e privati coinvolti – con l’obiettivo di quantificare, analizzare e studiare le misure per contenere il fenomeno.
Il terzo fa riferimento alla formazione e alla prevenzione. Per quanto riguarda la prevenzione, beh, qui basta solo essere coscienti della gravità del fenomeno e voler veramente attivarsi per fare della buona prevenzione. Più difficile invece è il tema della formazione in questo ambito: di magistrati, avvocati penalisti, funzionari della pubblica amministrazione, docenti, operatori sociali, membri dei vari consessi pubblici e privati che si occupano di assistenza alle vittime. Basti sapere che questo tipo di formazione la si può e la si deve fare, anche in Ticino.
Il quarto aspetto – che voglio solo qui evocare – tocca la questione relativa al l’istituzione di un Osservatorio di criminologia e vittimologia, mentre il quinto e ultimo aspetto riguarda l’ipotesi di un eventuale Comitato Etico in grado di orientare, consigliare e supervisionare i vari enti e operatori del Cantone, così come le situazioni a rischio.
Mettiamoci quindi subito all’opera … questa volta senza se e senza ma … soprattutto senza calcoli opportunistici, egoistici e strategie politico-partitiche.

1 commento

  1. Germano

    Proposte intelligenti, quindi a rischio.

    " Per far ciò propongo di organizzare a breve un congresso Cantonale – con la partecipazione di tutti i partner pubblici e privati coinvolti – con l’obiettivo di quantificare, analizzare e studiare le misure per contenere il fenomeno."

    Sarebbe quantomeno opportuno e civile. Ma l'impressione è quella che certe orecchie (inutile fare riferimenti espliciti) non vogliano ascoltare.

    Fino a quando le istituzioni penalizzeranno chi non comprende lo spirito di alcune loro iniziative, beh… rimane tutto a rischio.

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli del blog

Seguimi sui Social

Orlando Del Don

Orlando Del Don

Medico, Psicoanalista, Politico

Classe 1956, Medico, psicoterapeuta, docente, scrittore, editore. Questo blog è il mio mezzo per parlare online di società, sanita, cultura, informazione, territorio e altro ancora.

Ultimi Post

Conferenza Stampa Flamingo Edizioni 2018

Siamo lieti di annunciare la terza Conferenza Stampa della Flamingo Edizioni in occasione della quale presenteremo le nostre novità...

Comunicato stampa – Dimissioni Orlando Del Don da Presidente della sezione del Bellinzonese

La Direttiva dell’UDC ha preso atto delle dimissioni di Orlando Del Don presidente della sezione UDC del Bellinzonese e lo ringrazia per l’ottimo...

Dimissioni da Presidente della Sezione Bellinzonese dell’UDC

A: Piero Marchesi, Presidente UDC Ticino Stimato Presidente, Caro Piero con la presente ti inoltro ufficialmente le mie dimissioni da presidente...

Politica addio? Ragioni necessarie e sufficienti

La politica è sempre più tediosa e ininteressante, distante dalle priorità della gente. Questo è un dato di fatto. Le persone infatti sono sempre...

Le false verità

Si parla tanto, oggi, di "fake news", di false notizie, ma bisognerebbe temere molto di piu' le FALSE VERITA', LE "FAKE TRUTH". Cioe' il modo in cui...

Archivi

Categorie

Pin It on Pinterest

Share This