Giovani e Assicurazione Invalidità … una dura realtà!

Da un articolo pubblicato sulla stampa quotidiana si apprende che sono in aumento le richiesta di prestazioni all’Assicurazione Invalidità da parte dei giovani svizzeri. In particolare si riporta il caso del Cant. Lucerna dove, pare, sono 1770 i giovani fra i 18 e i 20 anni che nel 2015 hanno fatto richiesta per un assegno di invalidità. Il dato – che mostra un incremento del 16% rispetto al 2013 – è stato reso noto dal Consiglio di Stato lucernese in risposta ad un’interrogazione parlamentare e pubblicato dalla Luzerner Zeitung.

Fra le motivazioni addotte soprattutto malattie mentali come i disturbi della personalità e l’autismo.

Le causa, stando agli esperti interpellati, sarebbero “l’attuale stile di vita nella nostra società dei consumi: fra famiglie assenti, internet e social network”.

La situazione appare preoccupante. Molto preoccupante se non addirittura inquietante.

E il Ticino in questa deriva sociale non è certo risparmiato.  Lo posso osservare tutti i giorni dal mio osservatorio clinico a Bellinzona.

A questo punto mi chiedo però una domanda.

Che cosa aspettiamo a dare una mano ai nostri giovani, che cosa aspettiamo a correggere questa deriva sociale e relazionale, che cosa aspettiamo a dare una mano alle famiglie, che cosa aspettiamo ad intervenire prima che i nostri giovani siano costretti a far ricorso alle prestazioni dell’Assicurazione Invalidità, che cosa aspettiamo a occuparci  di loro anche a scuola, nel dopo scuola, nelle attività sociali. culturali e sportive, che cosa aspettiamo ad aiutarli nei momenti difficili della loro vita così come la ricerca di un posto di formazione/apprendistato o di lavoro, che cosa aspettiamo – infine – ad intervenire per sostenerli e consigliarli nella la realizzazione dei loro sogni legittimi fatti di una vita dignitosa, di un lavoro, di relazioni sociali serene, di validi esempi e di buone pratiche (da parte degli adulti) ai quali potersi misurare e appoggiare, e di occasioni di svago sane e virtuose?

Queste sono le domande alle quali non solo gli specialisti ma, soprattutto, i nostri politici devono occuparsi … prima di pensare a cose futili o a tutto il visibile e l’invisibile che fa riferimento a tutto fuorché ai bisogni di nostri ragazzi, che sono il nostro futuro e che non chiedono altro che di poter avere anche loro un “posto al sole” per vivere, sognare e sperare. Loro devono essere in cime ai nostri pensieri, i nostri ragazzi.

Perché una società che lascia che le cose vadano nella direzione indicata sopra, che lascia i nostri ragazzi in balia alla disperazione, alla sofferenza e alla mancanza di voglia di vivere, beh, questa società non merita di essere chiamata civile e sarà inesorabilmente desinata ad estinguersi … !

Dr. med. Orlando Del Don, medico e psicoanalista, presidente UDC sezione bellinzonese 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguimi sui Social

Orlando Del Don

Orlando Del Don

Medico, Psicoanalista, Politico

 

Chi Sono

Classe 1956, psichiatra, psicoterapeuta, manager, docente, politico. Questo blog è il mio mezzo per parlare online di società, sanita, cultura, informazione, territorio e altro ancora.

Ultimi Post

Mia candidatura al Gran Consiglio

Simatissimo/a, Per l'ultima volta mi presento alle elezioni cantonali per un seggio in Gran Consiglio e, in tal senso, il mio impegno politico in...
Read More

Conferenza Stampa Flamingo Edizioni 2018

Siamo lieti di annunciare la terza Conferenza Stampa della Flamingo Edizioni in occasione della quale presenteremo le nostre novità...
Read More

Comunicato stampa – Dimissioni Orlando Del Don da Presidente della sezione del Bellinzonese

La Direttiva dell’UDC ha preso atto delle dimissioni di Orlando Del Don presidente della sezione UDC del Bellinzonese e lo ringrazia per l’ottimo...
Read More

Dimissioni da Presidente della Sezione Bellinzonese dell’UDC

A: Piero Marchesi, Presidente UDC Ticino Stimato Presidente, Caro Piero con la presente ti inoltro ufficialmente le mie dimissioni da presidente...
Read More

Politica addio? Ragioni necessarie e sufficienti

La politica è sempre più tediosa e ininteressante, distante dalle priorità della gente. Questo è un dato di fatto. Le persone infatti sono sempre...
Read More

Le false verità

Si parla tanto, oggi, di "fake news", di false notizie, ma bisognerebbe temere molto di piu' le FALSE VERITA', LE "FAKE TRUTH". Cioe' il modo in cui...
Read More

Una società allo sbando? Le nuove leadership internazionali e l’impotenza/impostura della politica attuale

Ovvero, mettiamo un freno alla deterritorializzazione del diritto per un recupero della nostra sovranità nazionale.   L’ordine internazionale...
Read More

Seminario formativo “Il ruolo della psichiatria nel processo penale”, iscrizioni aperte

Sono aperte le iscrizioni al seminario formativo, aperto a tutti, "Il ruolo della psichiatria nel processo penale". Di seguito alcune informazioni:...
Read More

“Romanza senza parole”, per parlare di Alzheimer

Anche se l'evento si è appena svolto, è mio piacere pubblicare quest'articolo uscito il giorno stesso dell'evento, che ne ha raccolto pienamente il...
Read More

Romanza senza parole, monologo con l’Alzheimer: il mio intervento per contribuire al dibattito

Da non perdere l'appuntamento di Venerdì 14 Settembre 2018, presso l'Auditorium Comunale di Maccagno (clicca qui per visualizzare la mappa), in cui...
Read More

Archivi

Categorie

Pin It on Pinterest

Share This