Ho letto recentemente un bellissimo articolo di P. Battista sul Corrierone che desidero brevemente riassumere di seguito.

Da tutte le parti si continua a parlare e a mettere in guardia i cittadini riguardo le vere o presunte intrusioni di Facebook nella nostra vita. Nessuno però si preoccupa invece dello Stato sempre più onnipotente, onnisciente, onnivedente e che sa tutto di noi, controlla ogni momento della nostra vita.

La nostra vita privata, corollario indispensabile di una civiltà liberale e che sembra oramai essere stata fagocitata da questo “mostro algido e spietato” che si fa chiamare Stato. Nessuno ne parla, nessuno sembra rendersi conto di quanto sta succedendo alle nostre spalle e a nostre spese. E invece noi siamo qui a prendercela con i social impiccioni!

Carte di credito, Bancomat, conti correnti, Telepass. Whatsapp, geolocalizzazione, tessere del supermercato, dati sanitari, codici fiscali, e chi più ne ha più ne metta. Tutto queste informazioni finiscono nelle mani di chi ha il vero potere. A differenza delle industrie e società cattive e malvagie che suscitano la nostra indignazione, lo Stato ha il monopolio della forza, della coercizione legale, dell’uso di strumenti di indagine sempre più potenti, delle leve cancerogene di un potere politico e amministrativo che assomiglia sempre più ad una piovra assassina. Ogni dimensione privata è così devastata. Noi però ci preoccupiamo di Facebook.

Qualcuno a questo proposito ha detto: “Indignarsi del furto della nostra dimensione privata entrando su Facebook è come lamentarsi del fatto che qualcuno di tocchi il culo in un’orgia!”. E io aggiungo. Con la differenza sostanziale e capitale che su Facebook e agli incontri erotici uno ci va per una sua scelta, mentre non è affatto così quando lo stato ci ruba (motu proprio) la nostra vita privata e ne fa l’uso che esso ne vorrà fare in modo indiscriminato e senza il nostro consenso (né prima, né durante, né poi, fino alla fine dei tempi!). Qualcuno si vuole svegliare da questo incubo o vogliamo continuare a trastullarci con la favola bella dei cattivoni dei social?

Dr. med. Orlando Del Don, psicoanalista e medico

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguimi sui Social

Orlando Del Don

Orlando Del Don

Medico, Psicoanalista, Politico

 

Chi Sono

Classe 1956, psichiatra, psicoterapeuta, manager, docente, politico. Questo blog è il mio mezzo per parlare online di società, sanita, cultura, informazione, territorio e altro ancora.

Ultimi Post

Settimana del Pride – Il parere del Dott. Orlando Del Don

Ecco di seguito la mia intervista pubblicata su Ticinolibero. La questione su cui verte l'intervista è l'evento Gay Pride previsto a Lugano e che ha creato pareri discoranti, malumori, preoccupazionii e non poche polemiche. L'intervista è preceduta da una mia...
Read More

È lo stato ad essere invadente, altro che i social!

Ho letto recentemente un bellissimo articolo di P. Battista sul Corrierone che desidero brevemente riassumere di seguito. Da tutte le parti si continua a parlare e a mettere in guardia i cittadini riguardo le vere o presunte intrusioni di Facebook nella nostra vita....
Read More

Potevano scegliere

Ad un anno dalle elezioni cantonali i partiti si stanno attivando, talvolta in modo convulso, per prepararsi all’evento. I partiti, ma anche tutta una serie di personaggi che stanno facendo del “piccolo cabotaggio” per prolungare la loro permanenza ad oltranza sulla...
Read More

Condanna del mostro di Rupperswil, la delusione di Del Don.

Detenzione a vita e internamento ordinario non bastano allo psichiatra: "è uno dei crimini più efferati mai perpetrati in Svizzera, un macello eseguito lucidamente, sistematicamente e consapevolmente. Serviva l'internamento a vita, sono preoccupato per questa deriva...
Read More

Il ritorno e la riscoperta di Freud e della psicoanalisi: fascino e attualità del padre indiscusso della psicanalisi

Dopo il crollo delle magnifiche sorti e delle mirabolanti promesse dell'economia finanziaria globale, dopo l' "impasse" del digitale e delle mere scienze cognitive, dell'iper-realismo e della realtà fluida, dopo il naufragio delle Ideologie e della politica, dopo il...
Read More

Realtà virtuale e realtà aumentata per la cura dei disturbi psichici

La realtà virtuale e la realtà aumentata sono una medicina, anche e soprattutto nella cura dei disturbi psichici. La realtà non è più quella di una volta o, meglio, non è più quella che abbiamo sempre visto solo con i nostri occhi. E allora, se la realtà contemporanea...
Read More

Seminario Psicoanalisi e neuroscienze: svelati tutti i misteri della mente?

Istituto di Psicoanalisi Clinica e Applicata di Bellinzona (IPSIC). Dr. med. Orlando Del Don, direttore. Sono aperte le iscrizioni al Seminario intitolato: Psicoanalisi e neuroscienze: svelati tutti i misteri della mente? Inizio delle lezioni: aprile 2018 Nei prossimi...
Read More

Psicoanalisi, psichiatria & Politica (PsiPol)

In collaborazione con l'Istituto di Neuroscienze Dinamiche Erich Fromm (INDEF) , l'Istituto di Psicoanalisi Clinica e Applicata (IPSICA), il Centro Clinico Indipendenza, la Casa Editrice Flamingo e la My Way Services di Bellinzona stiamo preparando un congresso...
Read More

L’intervista del Corriere del Ticino al Dr. Med. Orlando Del Don

Rispondo volentieri non senza però prima esimermi dal rammaricarmi per come le domande sottopostemi  trasudino un certo qual pregiudizio nei confronti di tutti i cittadini che hanno voluto e sottoscritto questo referendum... Facendo un paragone con gli stipendi dei...
Read More

Ticino Libero ha intervistato gli autori Guido Anselmi e Corrado Galimberti, pubblicati da Flamingo Edizioni

In un articolo precedente abbiamo parlato delle 5 opere edite dalla Flamingo Edizioni, di cosa trattano e un breve scorcio sulla vita degli autori. Il portale Ticino Libero ha intervistato due degli autori: Leggi l'intervista a Guido Anselmi Leggi l'intervista a...
Read More

Archivi

Categorie

Pin It on Pinterest

Share This